Si torna in forma

Questa è una storia come tante, pubblicata online che dovrebbe far riflettere.

Esco da un periodo davvero difficile, un anno fa ho perso il lavoro, avevo un’azienda che è andata sull’orlo del fallimento e che per questo motivo sono stato costretto a chiudere.

Ho vissuto un periodo veramente tragico, sono tornato a vivere dai miei che campano con la pensione di mio padre e con la minima di mia madre, riuscendo a trovare solo piccoli lavoretti saltuari da pochi soldi.

Insomma, ho rischiato di entrare in una depressione cronica che, per fortuna, mi ha graziato, solo che sono ingrassato di 50 chili raggiungendo l’obesità.

Non sono mai stato magrissimo, ho sempre mangiato tanto e male saltando pasti e abbuffandomi, di conseguenza, quando ne avevo la possibilità. 

Tre mesi fa ho avuto una svolta importante, in meglio per fortuna, che mi ha permesso di tranquillizzarmi e stabilizzarmi dal punto di vista economico.

Grazie anche al supporto dello psicologo sono uscito, un passo alla volta, dalla situazione molto spiacevole che mi si era venuta a creare intorno e ho iniziato a rialzarmi.

Adesso tra i miei hobbies c’è addirittura la palestra! Io, che non ho mai mosso un dito o un muscolo, tranne quelli della bocca!

Insomma, sto guardando i prezzi cyclette per potermi portare ancora più avanti, tenendo un attrezzo in casa.

Vado in palestra tre volte a settimana, ma contando che devo perdere molti chili, il medico mi ha consigliato di farmi una pedalata di mezz’ora al giorno, tutti i giorni, anche mentre guardo un film.

Sono contento ed entusiasta del mio percorso, ho già perso una bella somma di chili, ma ancora non posso dirmi fuori pericolo.

Il mio sogno è avere un corpo che mi piaccia e che mi faccia stare a mio agio, ma soprattutto che mi ricordi per sempre che sono uscito vittorioso dalla mia battaglia!

Epilatore silk epil, pratico, veloce ed economico

È da anni ormai un prodotto di punta di tutte le case che producono piccoli elettrodomestici per la cura della persona.

L’epilatore Silk Epil è uno dei sistemi di depilazione più utilizzati, soprattutto in virtù del proprio costo contenuto e della possibilità di non ripetere quotidianamente il trattamento.

Come funziona? Per chi è adatto?

Vediamolo insieme!

Come funzione l’epilatore silk epil?

L’epilatore silk epil è costituito da un corpo elettrico, collegato con un filo alla corrente o con pile ricaricabili, e da una testina con tante piccole pinzette.

Scorrendo sulla zona da epilare, le pinzette afferrano il pelo e lo strappano.

Il metodo è ovviamente doloroso, ma anche duraturo nel tempo: non solo una volta acquistato l’epilatore silk epil non dovrai più affrontare nessuna spesa, ma strappando il pelo dalla radice evita una ricrescita troppo rapida.

Quali accessori esistono?

Ogni modello ha le proprie possibilità di personalizzazione. A seconda dell’uso che si intende farne si può sostituire la testina con una più appropriata.

Le più diffuse sono:

  • • Testina rasoio: funziona come un semplice rasoio elettrico, ed è ideale per le zone troppo sensibili per uno strappo
  • • Testina trimmer: somiglia ad un regolabarba maschile. Il pettine di cui è costituita accorcia il pelo senza tagliarlo, e può essere usata sia come primo step per facilitare il passaggio dell’epilatore silk epil, o in aree dove non volete epilare completamente
  • • Testine per zone delicate: più pinzette meno tempo, e viceversa. Questa è la regola dei silk epil. Però, più pinzette ci sono sulla stessa zona, maggiore sarà il dolore dello strappo. Se volete usare l’epilatore in zone delicatissime come viso e ascelle, potete sostituire la testina normale con quella per zona sensibili

Sarà particolarmente utile anche la spazzolina per pulire l’epilatore una volta terminato l’uso. Verificare che nella confezione sia inclusa prima di acquistarlo.

Come si usa l’epilatore silk epil?

Per prima cosa, il giorno prima dell’epilazione, è bene fare uno scrub. Si può acquistare un prodotto pronto, usare un guanto di crine o mescolare un po’ di zucchero al bagnoschiuma: questa operazione di sfregamento solleva i peli ed evita che ricrescano sottopelle. Se soffrite di follicolite o di ricorrenti peli incarniti, il silk epil non è la miglior soluzione per voi.

Poi, il fatidico giorno, basta accertarsi che l’epilatore sia collegato alla corrente o abbia la batteria carica, accenderlo e passarlo lentamente sulla zona da depilare in direzione contropelo.

Alcuni modelli possono essere anche usati nell’acqua per ridurre il fastidio.

Alla fine del trattamento è bene usare un prodotto lenitivo per la pelle.

Il robot aspirapolvere, come e perché non potrete più farne a meno dopo averlo provato

Far fare le pulizie ad un altro: ecco il sogno di quasi tutti. Poter passare mezz’ora rilassandosi sul divano, anziché a spolverare, eppure avere una casa ordinata, pulita e sicura.

Fantascienza, colf o robot aspirapolvere: sono questi i tre metodi per realizzare questo sogno.

Oggi parliamo dei robot aspirapolvere, delle loro funzioni e del perché sono diventati così popolari da qualche anno a questa parte.

Cos’è un robot aspirapolvere?

È un apparecchio automatico che pulisce il pavimento da solo. Dopo essere stato posato a terra e acceso inizia ad aspirare briciole, polvere e peli di animale, raccogliendo lo sporco o in un serbatoio, o in un sacchetto.

In generale sono di forma piatta, adatti a passare sotto i mobili per pulire anche in quelle zone difficili da raggiungere con i tradizionali aspirapolvere.

Esistono modelli di tutti i prezzi e per tutte le esigenze.

Se ad esempio hai una casa molto grande, con pavimenti diversi da una stanza all’altra, puoi orientarti su un modello più avanzato, che riconosce il tipo di superficie e regola di conseguenza il movimento delle spazzole e la potenza dell’aspirazione.

Tieni conto della metratura della casa anche per quanto riguarda il serbatoio, perché se è troppo piccolo dovrai svuotarlo spesso e far ripartire il robot aspirapolvere.

Come si usa il robot aspirapolvere?

Una volta ricaricato attraverso la presa elettrica, si posa sul pavimento e si accende: automaticamente inizia ad aspirare lo sporco.

Quasi tutti i modelli hanno funzioni per riconoscere ed aggirare gli ostacoli (così non li colpiscono e li rovinano, per esempio evitano battiscopa, porte, gambe e piedi di pezzi di mobilio). Sarebbe buona norma perché cercare di liberare il più possibile l’ambiente, così che il robot possa girare liberamente per il pavimento e risucchiare tutta la polvere.

E’ bene anche raccogliere, prima di usare il robot aspirapolvere, le briciole e gli oggetti più grossi, così che non intasino i condotti di aspirazione del prodotto.

Verifica le caratteristiche del prodotto che scegli: non tutti i robot aspirapolvere possono aspirare anche briciole, capelli o peli di animali. Se hai l’esigenza che anche questo tipo di oggetti venga raccolto, scegli un modello adeguato.

Se in casa ci sono persone con difficoltà di movimento, scegli un modello con il telecomando: non dovranno abbassarsi per farlo partire.

Al termine del lavoro, il robot torna alla propria base di ricarica da solo.

Comodo, vero?

Più belli senza stress

Sembra un sogno, apparire più tonici, slanciati e in forma senza eccessiva fatica. La pedana vibrante è un buon coadiuvante dell’attività fisica e della buona alimentazione per aiutarci in questo scopo, ma non sostituisce un regime salutista completo.

Che cos’è?

La pedana vibrante è un apparecchio composto da una piattaforma, un manubrio e un display. La struttura emette leggere vibrazioni, regolabili a seconda dello sforzo necessario, che aiutano a tonificare, assottigliare e modellare la figura.

Le vibrazioni possono essere su-giù (tipo sussultorio, più rapido), o destra-sinistra (tipo basculante, più simile alla camminata, più lento).

A seconda della posizione assunta dall’utilizzatore è possibile lavorare su una specifica porzione del corpo (addome, braccia, gambe, schiena).

Il risultato, sia in termini di aspetto estetico che in quelli di modifiche corporee (battito cardiaco, produzione di cortisolo) è simile a quello di una bella camminata, con il vantaggio che quest’ultima è gratuita e ci fa stare all’aria aperta.

Può sostituire l’attività fisica tradizionale?

Decisamente no. La pedana vibrante non consente di perdere peso, attivare la circolazione, migliorare l’attività cardiaca come le altre attività sportive.

Può però essere un aiuto ulteriore per chi già fa sport e segue un regime alimentare appropriato, studiato con l’aiuto di un professionista.

È inoltre molto indicata per lo stretching, perché scioglie la muscolatura, aiuta ad eliminare acido lattico ed evita infortuni e traumi da contrazioni troppo prolungate e posizioni sbagliate, tipiche di chi approccia lo sport senza grande esperienza e senza controllo di un professionista.

Può essere inoltre appropriata come coadiuvante delle terapie riabilitative dopo traumi o infortuni. In questi casi però, è particolarmente importante seguire le indicazioni del medico e del fisioterapista, gli unici professionisti in grado di valutare il problema e proporre soluzioni per risolverlo.

La pedana vibrante ha controindicazioni?

Potrebbe non essere lo strumento più appropriato per chi soffre di dolori alla schiena, ha subito di recente fratture ossee, per le donne in gravidanza o per chi accusa frequenti mal di testa.

In generale, è bene utilizzare ogni apparecchio per il fitness dietro controllo di un esperto del settore, che possa indirizzare nella scelta, consigliare gli esercizi migliori, aiutare ad eseguirli senza errori.

Arreda il bagno al meglio: scegli un box doccia 70×90

Abbiamo la fortuna di vivere in un mercato competitivo e ricco di interessanti offerte tanto che ogni idea per magia si materializza. Le aziende si impegnano ad offrire al cliente il maggior comfort possibile rendendolo soddisfatto al 100%! E’ fondamentale conquistare la fiducia tanto che se prima tutti coloro pensavano che avere un box doccia 70×90 fosse impossibile, oggi giorno tutto questo cambia in positivo.

Non sempre si dispone di una casa molto grande e questo implica il dover fare delle rinunce. Fortunatamente però scegliendo il giusto arredo tutti potranno avere il proprio bagno dei sogni senza nessun tipo di rimpianto.

Quando si trasloca in una nuova casa o magari si tiene lo stesso arredo per anni, prima o poi la voglia di rendere il tutto piu’ confortante arriva ed è qui che i problemi arrivano! Non tanto per il denaro visto che si trovano degli arredi di stile anche con poco, ma la difficoltà maggiore riguarda prettamente scegliere bene tutti i vari elementi.

Decidere di installare una doccia anziché una vasca potrebbe agevolare molto se non si ha a disposizione dello spazio. Così come adottare dei sanitari incastonati al muro invece che appoggiati a terra: arredo moderno e di un’eleganza naturale.

Lo stile moderno agevola moltissimo sullo sfruttare ogni singola parete con mobili multi-funzione. I migliori box doccia possono disporre di una cabina interna per adagiare prodotti, accappatoi e quant’altro così da evitare di dover uscire dalla doccia per prenderli.

Anche i termosifoni aiutano a rendere l’arredo piu’ completo. Infatti permettono di scaldare l’ambiente e allo stesso tempo di appoggiare sopra gli indumenti di piccola taglia per asciugarli come l’intimo e/o asciugamani (ideale per l’inverno visto che le uggiose giornate non ci agevolano in questo senso!).

Ormai tutto puo’ essere personalizzato ed è un bene perché si ha modo di tirar fuori la propria personalità sorprendendo tutti i nostri amici e parenti! Basta davvero poco per fare la differenza ed è importante spendere fatica e denaro per avere un bagno al top: luogo “sacro” per il nostro relax mentale e benessere fisico (d’altronde questa è la stanza in cui si passa la maggior parte del tempo rispetto al resto della casa!).

ORRORI DA PIASTRA PER CAPELLI- GLI ERRORI PIÙ COMUNI

Ogni donna ha nell’armadietto dedicato alla propria bellezza un’immancabile piastra capelli: si tratta di un prodotto utilizzato in maniera frequente anche durante il giorno, in grado di donare un aspetto curato e impeccabile a tutti i tipi di chiome.

Le piastre per capelli vengono utilizzate sia dalle ragazze con capelli ricci, alla ricerca di un liscio perfetto, sia dalle ragazze con capelli lisci che vogliano mettere in piega la propria capigliatura per renderla davvero superba.
Tuttavia, non è detto che l’esperienza eviti errori durante la pratica: purtroppo, quando si parla di capelli e piastre, i pasticci sono sempre dietro l’angolo. Si rischia di rovinare una bella capigliatura sana, se non si seguono le dovute accortezze: per questo motivo, abbiamo deciso di descrivere gli errori più comuni compiuti dalle donne piastra per capelli addicted, cercando di mettervi in guardia da compierli in futuro.

CAPELLI BAGNATI E PIASTRA

Uno degli errori peggiori che si possano compiere, consiste nell’utilizzare piastre per capelli su chiome ancora bagnate: è vero, in commercio esistono appositi modelli pensati per unire l’utile al dilettevole, consentendo, così, di asciugare e piastrare contemporaneamente. Se, tuttavia, si dispone di una piastra comunissima, è importante evitare assolutamente di cedere alla tentazione di piastrare capelli ancora bagnati: il risultato? I capelli saranno secchi, sfibrati, spenti e difficili da pettinare.

CAPELLI ANNODATI E PIASTRA.

Pettinare con cura i capelli, prima di procedere alla piastratura, è assolutamente fondamentale: non facendolo si andrà ad allungare inevitabilmente il tempo da dedicare alla piastra per capelli, poiché i nodi impediranno di scorrere fluidamente su tutta la ciocca. Pettinare con cura i capelli, rendendoli morbidi e ordinati, favorirà uno styling perfetto e facile da ottenere.

TERMO PROTETTORE E PIASTRA.

Il termo protettore è un prodotto indispensabile per le ragazze che usano la piastra molto frequentemente: consente, infatti, di proteggere il capelli dalle alte temperature prodotte dalla piastra. Spruzzando un po’ di prodotto sulle ciocche, prima di stirarle, eviterà di bruciare o rovinare i capelli.

PIASTRA E CIOCCHE.

Durante la piastratura, è importante suddividere i capelli in ciocche ordinate, ottenute con il pettine: non facendole, si rischierà di avere un risultato finale meno definito e preciso. Dividere i capelli in ciocche è molto semplice: si parte dai capelli posti sulla nuca, fissando con una pinza per styling i capelli in cima alla testa, iniziando così a piastrare. Poco a poco, con calma e con cura, procederemo in modo da passare la piastra per capelli su ogni ciocca.

CALMIAMO I BOLLENTI…CAPELLI

Le ciocche, una volta lisciate, non devono essere toccate con le mani, con le dita o con i denti del pettine: in questo modo, rischieremo di danneggiare inevitabilmente tutta l’acconciatura faticosamente creata. Per consentire ai capelli di restare in piega dopo l’utilizzo della piastra, è importante lasciare che ogni ciocca torni alla temperatura di partenza: prima di applicare prodotti, come lacca, o di passarsi le dita tra i capelli, lasciamoli raffreddare!

Ed ora..

Dove si compra la piastra per capelli? E’ possibile scegliere di acquistarla online nei vari store oppure nei negozi fisici.

Le Scarpe Adidas

Adidas è un marchio tedesco conosciuto in tutto il mondo, sinonimo di perfetta vestibilità e sicura durata nel tempo della calzatura sportiva, non a caso è da sempre il brand tecnico di riferimento dei più grandi eventi sportivi, molti infatti sono i grandi atleti che le scelgono.

Comode da indossare e facilmente abbinabili a qualunque look, sono prepotentemente amate dai giovanissimi in ogni momento della giornata, ma anche dai meno giovani che possono scegliere tra una grande varietà di modelli disponibili.

Le scarpe Adidas sono indicate proprio per tutti, dai più piccoli che possono scegliere tra una miriade di colori e di forme, alcuni modelli sono ispirati agli eroi dei loro cartoni preferiti, per accompagnarli nel tempo libero o durante i vari sport, fino alle persone più in avanti cogli anni che si orientano sempre più verso questo tipo di calzatura.

Accessorio indispensabile nello svolgimento di qualsiasi attività fisica, permettono di far lavorare in tutta sicurezza molti muscoli del corpo con svariati vantaggi per la salute, riducendo al minimo i traumi alle articolazioni.

I vantaggi che offrono queste scarpe sono molteplici, il giusto comfort è garantito soprattutto dalla qualità dei materiali, la flessibilità è assicurata dalle scanalature flessibili realizzate sulla suola esterna.

E’ notorio che più la scarpa è flessibile meglio si adatta alla forma del piede, offrendo il giusto sostegno durante la camminata, il piede viene delicatamente avvolto dai rinforzi laterali realizzati in morbido materiale sintetico che offre una sicura resistenza all’usura nel tempo.

La tomaia interna che può esser realizzata interamente in pelle, cuoio sintetico, Memory Foam o altro materiale, fa si che le scarpe calzino perfettamente, seguendo le linee naturali del piede senza alcuna costrizione, offre la massima traspirabilità impedendo il ristagno del sudore che viene prodotto durante l’allenamento, riducendo al minimo il rischio di micosi o di arrossamenti.

La suola in gomma naturale spessa garantisce un’ottima tenuta ed aderenza al qualsiasi tipo di terreno, oltre ad ammortizzare gli urti durante lo svolgimento dell’attività, ideale per chi pratica basket, pallavolo o qualsiasi sport con ricaduta del peso in maniera violenta sui piedi.

Una massima protezione per il piede viene offerta dal rinforzo sulla punta, interamente in gomma, per ammortizzare eventuali colpi, rivelandosi un aiuto fondamentale per chi pratica calcio.

I diversi tipi di allacciature assicurano la giusta aderenza, disponibili nella versione con lacci o con chiusura a velcro regolabile, che le rendono più facili da mettere e da togliere.

Le scarpe Adidas sono inconfondibili e perfettamente riconoscibili per le tre strisce laterali, distinguendosi dalle altre marche per il suo stile unico e dalle linee pulite.

Vita quotidiana e sport

Per essere in forma una dieta sana ed equilibrata è molto importante, ma d sola non basta il corpo ha bisogno di movimento, quindi concedetevi delle salutari passeggiate a passo veloce o delle brevi corse per risvegliare e tonificare i muscoli.

Spesso la voglia di pretendere troppo dal proprio organismo, porta ad esagerare con conseguente stanchezza, dolori articolari e molte volte distorsioni, per non rischiare lasciatevi consigliare e seguire da un ottimo cardiofrequenzimetro, scoprirete un modo tutto nuovo di allenarvi.

Il cardiofrequenzimetro misura e registra in tempo reale la frequenza cardiaca, ovvero i battiti in un minuto, e di conseguenza lo sforzo a cui il cuore è sottoposto, permettendovi di allenarvi in maniera corretta per raggiungere più facilmente gli obiettivi che vi siete proposti.

Sul mercato sono disponibili diversi modelli di smartwatch, si va da quello base a quello più accessoriato , quasi tutti sono delle ottime guide dotati di un registro giornaliero che riporta il rapporto preciso tra l’andatura e lo sforzo fisico e le calorie bruciate.

Potete scegliere tra una pratica fascia toracica abbinata ad un’applicazione del vostro smartphone o se preferite un pratico frequenzimetro da polso con un sensore di battito incorporato dietro il quadrante, che registra la vostra media di frequenza cardiaca.

Molto interessante quello con funzione Test Preliminare, che in pochi minuti rileva la vostra condizione aerobica ed il consumo massimale di ossigeno.

Scegliete il modello con funzione Activity Traker per avere un monitoraggio costante dei passi compiuti, l’andatura corrente, i Km percorsi, il consumo calorico, nonché il vostro riposo notturno.

Gli Acivity Traker di ultima generazione garantiscono la connessione con lo smartphone, possono notificare messaggi e trasmettere musica direttamente dall’orologio.

Il tipo impermeabile si rivela molto utile in caso di pioggia o di eccessivo sudore, pochi esemplari possono essere indossati per immersioni anche a profondità molto interessanti

Ottima la funzione di Smart Coaching, un allenatore personale che segue il vostro allenamento e vi da consigli per renderlo più ottimale.

Un efficiente GPS è in grado di rilevare e registrare in tempo reale la vostra posizione, è l’ideale in caso di malore o d’infortunio.

La scelta finale dipende molto dalle caratteristiche del modello, l’attività che intendete svolgere e naturalmente il budget che vi siete imposto.