ORRORI DA PIASTRA PER CAPELLI- GLI ERRORI PIÙ COMUNI

Ogni donna ha nell’armadietto dedicato alla propria bellezza un’immancabile piastra capelli: si tratta di un prodotto utilizzato in maniera frequente anche durante il giorno, in grado di donare un aspetto curato e impeccabile a tutti i tipi di chiome.

Le piastre per capelli vengono utilizzate sia dalle ragazze con capelli ricci, alla ricerca di un liscio perfetto, sia dalle ragazze con capelli lisci che vogliano mettere in piega la propria capigliatura per renderla davvero superba.
Tuttavia, non è detto che l’esperienza eviti errori durante la pratica: purtroppo, quando si parla di capelli e piastre, i pasticci sono sempre dietro l’angolo. Si rischia di rovinare una bella capigliatura sana, se non si seguono le dovute accortezze: per questo motivo, abbiamo deciso di descrivere gli errori più comuni compiuti dalle donne piastra per capelli addicted, cercando di mettervi in guardia da compierli in futuro.

CAPELLI BAGNATI E PIASTRA

Uno degli errori peggiori che si possano compiere, consiste nell’utilizzare piastre per capelli su chiome ancora bagnate: è vero, in commercio esistono appositi modelli pensati per unire l’utile al dilettevole, consentendo, così, di asciugare e piastrare contemporaneamente. Se, tuttavia, si dispone di una piastra comunissima, è importante evitare assolutamente di cedere alla tentazione di piastrare capelli ancora bagnati: il risultato? I capelli saranno secchi, sfibrati, spenti e difficili da pettinare.

CAPELLI ANNODATI E PIASTRA.

Pettinare con cura i capelli, prima di procedere alla piastratura, è assolutamente fondamentale: non facendolo si andrà ad allungare inevitabilmente il tempo da dedicare alla piastra per capelli, poiché i nodi impediranno di scorrere fluidamente su tutta la ciocca. Pettinare con cura i capelli, rendendoli morbidi e ordinati, favorirà uno styling perfetto e facile da ottenere.

TERMO PROTETTORE E PIASTRA.

Il termo protettore è un prodotto indispensabile per le ragazze che usano la piastra molto frequentemente: consente, infatti, di proteggere il capelli dalle alte temperature prodotte dalla piastra. Spruzzando un po’ di prodotto sulle ciocche, prima di stirarle, eviterà di bruciare o rovinare i capelli.

PIASTRA E CIOCCHE.

Durante la piastratura, è importante suddividere i capelli in ciocche ordinate, ottenute con il pettine: non facendole, si rischierà di avere un risultato finale meno definito e preciso. Dividere i capelli in ciocche è molto semplice: si parte dai capelli posti sulla nuca, fissando con una pinza per styling i capelli in cima alla testa, iniziando così a piastrare. Poco a poco, con calma e con cura, procederemo in modo da passare la piastra per capelli su ogni ciocca.

CALMIAMO I BOLLENTI…CAPELLI

Le ciocche, una volta lisciate, non devono essere toccate con le mani, con le dita o con i denti del pettine: in questo modo, rischieremo di danneggiare inevitabilmente tutta l’acconciatura faticosamente creata. Per consentire ai capelli di restare in piega dopo l’utilizzo della piastra, è importante lasciare che ogni ciocca torni alla temperatura di partenza: prima di applicare prodotti, come lacca, o di passarsi le dita tra i capelli, lasciamoli raffreddare!

Ed ora..

Dove si compra la piastra per capelli? E’ possibile scegliere di acquistarla online nei vari store oppure nei negozi fisici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *